Il costo di un funerale può variare a seconda del luogo in cui vivi e del tipo di funerale che desideri per la persona amata.

Le pompe funebri, al giorno d’oggi, forniscono sempre più i dettagli dei costi dei servizi sui loro siti internet. Questi prezzi possono includere servizi e prodotti a prezzo individuale o pacchetti funebri a prezzo fisso.

E’ sempre utile, prima di prendere una decisione, contattare due o tre pompe funebri della zona in cui abiti e chiedere un preventivo. 

Potrai così confrontare quello che offrono, il prezzo che richiedono e prendere la decisione migliore. 

 Costi di un funerale: come variano e perchè?

I costi di un funerale subiscono inevitabilmente delle variabili a seconda del tipo di servizio che si richiede. In generale il costo medio in Italia oscilla tra i 1.500 e i 3.000 euro ma esistono anche casi in cui si registrano costi di 10.000 euro.

Ciò che determina in maniera sensibile il costo di un funerale sono le “spese accessorie”, che comprendono le dimensioni e la tipologia della cassa, il trasporto, la lapide, la vestizione e così via.

Costo della cremazione

È sempre più diffusa la credenza secondo la quale la cremazione abbia costi inferiori rispetto al funerale. In realtà non è sempre così.

Questo perché, oltre al normale servizio funebre, per la cremazione è prevista una tassa aggiuntiva il cui costo varia a seconda del comune di residenza del defunto (in genere tra i 500 e i 900 euro).

Devi ugualmente acquistare la cassa – nonostante venga poi bruciata. I costi si rifanno essenzialmente a quelli previsti per un funerale con sepoltura tradizionale.

Costo di un funerale: agevolazioni per il pagamento

Al giorno d’oggi, sempre più persone scelgono per il funerale una forma di pagamento rateale. Esistono comunque pompe funebri che propongono funerali a meno di mille euro – dei funerali, quindi, low cost. 

Per approfondire questo argomento leggi anche I contributi al costo di un funerale